home - EDU - GALLERY - e-book - Hyria 3d Hyria youtube channel - 3d Models - ART - Pages

ENTRA adesso!ENTER NOW !!!¡entra ahora!Tritt jetzt ein!vlez sega :)entre agora!entrez maintenant!Sartu orain :)

 

Tra aree museali e sperimentazione.

In Hyria 3d l'esplorazione tridimensionale non è mortificata, come sul web, da piatti viewer che riducono la visualizzazione ad un atto passivo, freddo e spesso subordinato a bombardamenti di malware e disperate richieste di denaro....

I visitatori esplorano gli ambienti girando attorno all'oggetto come nella realtà ed ogni volta lo fanno da un punto di vista differente.

Non solo, se più visitatori agiscono simultaneamente, nello stesso luogo, essi si incontrano e possono anche chiacchierare: un fumetto della chat comparirà sulle loro teste in tempo reale. E se questo non basta, i più arditi... possono anche comunicare attraverso lo strumento "voice".

L'ambiente Activeworlds offre questa possibilità.

In Hyria, oltre alla ricostruzione, ancora in corso poiché enorme, dell'antico centro storico della città messapica vi sono diverse aeree museali già attive dal 2003 al 2009 e che dopo 5 anni di "ibernazione" sono tornate ad essere accessibili online.

Una delle prime aree esplorabili, già ospitata dal sito francese Olympe, prima del 2003, è il Teatro di Epidauro.
Va ricordato che all'interno dell'ambiente Activeworlds non è possibile parlare di una precisa riduzione in scala. Ma tutto è proporzionato rispetto alle dimensioni delle figure umane che in Activeworlds sono proporzionate rispetto al sistema metrico decimale. Questo offre quindi una percezione realistica delle dimensioni di un oggetto ricostruito.

La ricostruzione dell'Acropoli di Atene, sorge ad est delle altre. Anche qui gli oggetti sono stati completamente ricreati e non "ripescati" banalmente dal web per essere poi adattati all'ambiente aw come ad esempio le colonne di ordine dorico e ionico.
L'Acropoli viene riproposta così come si presenta nel nostro tempo e non vuole essere la ricostruzione di come poteva essere un tempo. Per la realizzazione delle componenti del Partenone, dell'Erechteum, dei Propilei (che sono l'ingresso monumentale dell'Acropoli) e del tempio di Athena Nike, sin dalla fase progettuale, sono stati utilizzati diversi software come il Corel Draw, Rhino 3d, Accutrans, 3d Studio Max... fino alla realizzazione finale in formato "renderware", che è lo standard utilizzato dall'ambiente Activeworlds. Le statue della "loggia delle cariatidi" dell'Erechteon sono addirittura dei laser scanning 3d che nel 2004 fu possibile scaricare da un sito web di studi archeologici che ne permetteva il download.

Sempre sul colle dell'Acropoli vi è un museo archeologico che ospita una ricca collezione di oggetti del periodo classico ed arcaico, rilievi e statue famose della mitologia greca. Una sezione del museo dell'acropoli è poi collegata, attraverso un tunnell ad un'altra fantastica area dedicata alla civiltà minoica e alla mitologia cretese.

Fuori dalle mura del centro di Hyria è inoltre facile incontrare altri siti archeologici e ambientazioni tutte da esplorare. Fra questi modelli di scavi in tecnologia laser scanning, siti di arte romana fra cui la ricostruzione di una villa romana e molto altro ancora.

Il Museo Egizio.

L'area museale dedicata all'antico Egitto raccoglie sezioni dedicate al Museo di Torino, del Cairo, del British Museum di Londra e del Louvre. Vi si trova dagli elementi architettonici, ai reportage fotogragici fino alla riproposizione di sculture e rilievi tra i più famosi. Una sezione realizzata nel 2006, dedicata al "Vangelo di Giuda", propone i reperti che furono mostrati in pubblico per la prima volta alla National Geographic Society di Washington.

Non mancano le mummie, e neppure l'avventura: da una delle stanze del Museo Egizio si può infatti accedere ad un sistema di labirinti esplorabili e che collegano l'area museale egizia a quella greca, passando per quella minoica ed anche romana. Come un "viaggio nel tempo" suggestivo e pensato per essere fatto "a piedi"...

Il Museo Guggenheim di Bilbao.
Questa ricostruzione, dedicata all'Arte Contemporanea, ospita delle esposizioni permanenti e delle aree che di volta in volta possono ospitare mostre di utenze interessate a promuovere le proprie realizzazioni. È l'area delle mostre virtuali di Hyria.

Attualmente  vi sono sezioni fotografiche dedicate a Peggy Guggenheim, Lee Miller, Jackson Pollock e Gottfried Helnwein. Altre sezioni ospitano installazioni, fotografie, dipinti e grafica di utenze di Hyria.

   

Locations - Textures - 2d and 3d creations

 

3d archaeology

 

 

   
home - EDU - GALLERY - e-book - Hyria 3d Hyria youtube channel - 3d Models - ART - Pages